CNS – Firma digitale

CNS – CARTA NAZIONALE DEI SERVIZI

 

Pubblichiamo un estratto del manuale operativo CNS per chiarire agli Iscritti come procedere nella richiesta della Carta Nazionale dei Servizi.
La CNS è sostanzialmente un documento di riconoscimento visuale e digitale che ha validità anche come documento di riconoscimento.
La CNS collegata ad un lettore apposito funge da Firma Digitale.
Consigliamo tutti i colleghi di munirsi di CNS:

  • i neoiscritti potranno attivarla al posto della Firma Digitale
  • coloro che hanno già la Firma Digitale attualmente potranno decidere se aspettare la scadenza della stessa e quindi richiedere la CNS o se farne già richiesta (la Firma Digitale potrà essere usata comunque fino a naturale scadenza)
  • coloro che non hano la Firma Digitale in quanto non necessaria per la loro attività sono comunque invitati a munirsi della CNS in quanto è intenzione del Consiglio Nazionale farla diventare un importante strumento di riconoscimento e gestione dei crediti formativi.

Per richiedere la CNS accedere al link ARUBA CONVENZIONI  e digitare il codice CNSCNA13
Nel caso non si attivasse la convenzione dopo la scelta dell’Ordine di appartenenza vi preghiamo di usare un browser come “Google Chrome” o “Mozilla FireFox”, o in alternativa aprire una nuova finestra del vostro browser e digitare l’indirizzo:  https://www.pec.it/Convenzioni.aspx

In fondo alla pagina troverete l’estratto del manuale in formato scaricabile.

Purtroppo ad oggi (28.02.2014) non è ancora stato attivato un link diretto dal sito nazionale AWN.

Il Segretario

Dal sito AWN:

Carta Nazionale dei servizi
Il CNAPPC , già presente nell’elenco degli Enti Emettitori per Carta Nazionale dei Servizi mantenuto dall’AgID (ex DigitPA), sulla base di una partnership con Aruba Pec, ha attivato un circuito di rilascio CNS per i professionisti iscritti all’Albo Unico Nazionale.
Gli Ordini provinciali, aderendo al servizio, possono consentire ai propri iscritti di richiedere la CNS e il lettore a costi convenzionati.
L’adesione non comporta costi diretti a carico degli Ordini salvo il maggiore onere di segreteria per l’attività di validazione dei dati e la consegna agli iscritti della card.

CARTA NAZIONALE DEI SERVIZI RILASCIATA DAL CNAPPC
La CNS emessa dal Consiglio Nazionale APPC, in formato “smart card”, conterrà i dati anagrafici del professionista unitamente a quelli di iscrizione all’Ordine (Sezione, Settore, Data e Numero d’iscrizione).
La CNS avrà anche funzioni di sottoscrizione (firma elettronica) poiché conterrà, oltre al “Certificato Digitale di Autenticazione CNS”, un “Certificato Qualificato di Firma Digitale”. Le funzioni di autenticazione e di Firma Digitale, pur essendo contenute nella stessa CNS, sono quindi assolte da due certificati distinti.
La CNS conterrà la foto dell’iscritto e tutte le informazioni previste dal R.D. 2537/1925 e dal D.P.R. 2001 n. 328/2001 e potrà quindi essere anche usata come eventuale tessera di riconoscimento professionale.
La CNS avrà al suo interno un’antenna per l’uso della tecnologia “contact-less”
che potrà permettere, mediante l’integrazione di adeguati lettori, di utilizzare il dispositivo come badge (es: crediti formativi, accesso fisico ad aree riservate).
Riassumendo, la Carta Nazionale dei Servizi rilasciata dal Cnappc potrà essere usata:

•per accedere ai servizi delle Pubbliche Amministrazioni (INPS, INAIL, Agenzia Territorio, PCT Processo Civile Telematico, etc);
•come documento di riconoscimento a vista nei casi previsti dalla legge;
•per apporre timbro e firma a progetti e ad elaborati professionali digitali;
•per accedere all’area riservata del portale awn (www.awn.it) che il Cnappc intende attivare;
•come badge per la rilevazione presenze ed il controllo accessi nel caso in cui un ente si sia munito dell’applicazione necessaria.

come richiedere la CNS